venerdì 23 maggio 2014

PRODOTTO INTERNO LUBRICO


La decisione dell'Eurostat di considerare anche la prostituzione e il traffico di droga nella valutazione del PIL sta provocando scandalo  ma tapparsi gli occhi di fronte alla realtà a me sembra molto ipocrita anche perchè, ad esempio, il lavoro nero peraltro è da tempo già compreso nel calcolo del prodotto interno lordo di tutti i paesi.
La politica monetaria è inevitabilmente legata alla quantità di ricchezza in circolazione e finchè questa verrà misurata dal PIL quanto sopra sarà cinico ma inevitabile.
Probabilmente si dovrebbe iniziare a misurarla su parametri più qualitativi che quantitativi ma
oggi purtroppo è ancora utopia.
Posta un commento