mercoledì 11 giugno 2014

SCIOPERO RAI


Molte le critiche allo sciopero odierno della RAI.
Da assiduo ascoltatore ed estimatore di Radio3 sono portato a condividere i motivi della protesta di fronte al taglio indiscriminato operato dal Governo ma temo che non vengano sufficientemente spiegati.
Difficile infatti non essere d'accordo sulla necessità di eliminare sprechi e privilegi ma chi deve farlo?
Gli organi direttivi della RAI non sono forse tutti nominati e controllati dalla politica?
E interessa veramente alla classe politica uno strumento di informazione libero?
E veramente sarebbe un bell'affare per l'Italia cedere anche solo in parte (per il momento) le strutture di rete come RAI WAY?
(vedi POST SU FB)

Posta un commento