giovedì 4 dicembre 2014

DEI DELITTI E DELLE PENE (POCHE)


Interessantissima intervista stamane a "Radio anch'io" di Zanchini a Lino Abbate il giornalista dell'Espresso che da tempo denuncia il malcostume mafioso che ormai ha infettato tutto il Paese.
Stupisce lo stupore di trovare che spesso ad intessere tutti i meccanismi del malaffare siano personaggi pregiudicati  in grado evidentemente di "tenere" per i cosiddetti gli esponenti politici "che contano".
Contro il virus scatenato da tangentopoli non è che si sia esagerato troppo con un garantismo un po' peloso?

Posta un commento