giovedì 29 settembre 2016

ACCANIMENTO TERAPEUTICO


La signora che stamane a "primapagina" citava le vignette sul terremoto di "charlie hebdo" si diceva più scandalizzata dai balletti di breve durata che seguono tutti i disastri naturali che dalle stesse.
E' giusto rivendicare il diritto e la funzione della satira di colpire anche duro al fine di sollevare qualche sano dubbio e svegliare qualche pigro dal torpore.
Poi, anche la satira, può e deve diventare oggetto di satira chè non è detto che gli autori possano godere di immunità da critiche.

Posta un commento