mercoledì 31 dicembre 2014

TRAGEDIA E FARSA


Non ci resta che aspettare ma la mia impressione sui provvedimenti del cosiddetto Jobs Act, che se si fosse chiamato Decreto Lavoro sarebbe stato troppo semplice, è che difficilmente porterà ad una diminuzione della disoccupazione o, meglio, ad una crescita di nuove opportunità di impiego.
Particolarmente allarmante la confusione tra dipendenti pubblici e privati che con evidenti difficoltà Renzi ha cercato di giustificare prendendosenela responsabilità.
Magari però se i "pasticci" dei diversi provvedimenti, prima discussi in commissione e poi approvati a scatola chiusa, fossero dovuti a distrazioni o incompetenza, troppo evidente che l'usanza dell'attacco alla diligenza è ancora il finale preferito della nostra classe politica.
Posta un commento