venerdì 23 ottobre 2009

OBIEZIONE FARMACEUTICA

Il forte incitamento all'obiezione di coscienza della CEI ai farmacisti rispetto alla vendita di prodotti che possano favorire l'aborto o l'eutanasia rinnoverà l'annosa questione della laicità dello stato.
L'Italia non è (ancora) uno Stato confessionale? Cominciamo dalle farmacie.
Posta un commento