sabato 22 maggio 2010

STATO DI DIRITTO


Piovono critiche anche dall'estero per l'intenzione del Governo di impedire le interecettazioni telefoniche come metodo di lotta alla criminalità.
Il ministro Alfano però precisa che per i reati mafiosi saranno sempre possibili.
Le solite discriminazioni.
Posta un commento