martedì 15 giugno 2010

L'ELMO DI SCIPIO


Finché non sarà cambiato l'Inno d'Italia è quello di Mameli ed è giusto che venga rispettato specialmente da chi ha un ruolo pubblico.
Altra cosa è poterne liberamente criticare il testo sicuramente troppo datato come stile e dai significati incomprensibili per molti anche se non per tutti!
(Hannibal Gheddafi ad esempio lo capisce benissimo)
Posta un commento