venerdì 23 luglio 2010

LA CURA MARCHIONNE


"E' la globalizzazione bellezza". La promessa di nuovi investimenti si accompagna inesorabilmente con la richiesta di maggiore "produttività". 
Dopo la promessa di strappare alla Polonia la Panda per Pomigliano ora la minaccia di togliere la monovolume a Torino in favore della Serbia.
Le recriminazioni sindacali sui bei tempi della concertazione non servono, servirebbe invece, e presto, una seria politica del lavoro quantomeno europea.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Diciamo che nel deserto della politica - e dei sindacati - il capitale fa quello che vuole. E davvero non penso di essere io ad usare un termine obsoleto, ma sono gli animal spirits imprenditoriali a manifestarsi sempre allo stesso modo dall'800 ad oggi...non nascono più gli Olivetti di una volta !

uber ha detto...

al gentile anonimo,
è vero, non nascono più GLI Olivetti di una volta.
Ho assistito pochi giorni fa alla rappresentazione teatrale "CAMILLO OLIVETTI,ALLE RADICI DI UN SOGNO".
Un bellissimo monologo recitato dalla bravissima Laura Curino con la regia di Gabriele Vacis che spiega da quale tereeno fertile sia nato Adriano.

Mancano i padri !