lunedì 5 luglio 2010

LE SUE PRIGIONI


Drammatico appello di 200 eritrei chiusi nelle prigioni libiche. Chiedono all'Italia di intervenire per fare cessare le violenze a cui sono sottoposti e far sapere alle organizzazioni umanitarie la loro situazione.
Posta un commento