lunedì 18 aprile 2011

L'INSOSTENIBILE PESANTEZZA DELL'AVERE


Le condanne per omicidio volontario al processo Thyssen fanno scalpore.
In effetti è difficile pensare alla volontarietà di uccidere ma, provate le deliberate omissioni di adeguamento dei sistemi di sicurezza, anche derubricare queste morti come omicidi colposi appare egualmente ingiusto.
I difensori denunciano "siamo gli unici nel mondo occidentale a condannare un amministratore delegato per omicidio volontario" ma temo che questo , invece di stimolare una seria riflessione, non farà che acuire la distanza delle attuali tifoserie in materia di giustizia.
 
Posta un commento