mercoledì 11 maggio 2011

MARI E MONTI


Dalla Presidenza della Repubblica alla Corte Costituzionale nessuno si salva dalla volontà riformatrice di Berlusconi.
Posta un commento