domenica 4 novembre 2012

CIRCOLI VIZIOSI


A molti liberisti la posizione di Marchionne appare esemplare e sorretta anche dal principio fisico dell'incomprimibilità dei corpi ma a me sembra solo una puntigliosa e poco illuminata questione di principio.
Per spezzare il circolo vizioso minore occupazione/minori consumi/minore occupazione a poco serviranno bracci di ferro destinati a vedere solo perdenti.  
Se è vero che attualmente l'industria non può assorbire più mano d'opera è miope e contradditorio pensare che la soluzione possa essere il ricorso continuo alle vituperate (ma necessarie) forme di assistenzialismo peraltro quasi inesistenti o insufficienti.
Posta un commento