lunedì 16 settembre 2013

BATTUTE

Dopo la famosa "gioiosa macchina da guerra" di Occhetto e dopo la "smacchiatura" del leopardo di Bersani, Renzi non si tira indietro e propone di asfaltare gli avversari nelle prossime elezioni. 
Posta un commento