domenica 10 giugno 2018

NON TUTTO E' PERDUTO


I dipendenti di GOOGLE in rivolta fermano l'intesa col Pentagono.
Si sono rifiutati di collaborare alle ricerche e allo sviluppo di nuovi sistemi di controllo dei droni per il compimento delle uccisioni telecomandate.
Molti supertecnici hanno minacciato le dimissioni  e così venerdì l' a.d.  di GOOGLE CLOUD Diane Greene ha annunciato che il contratto con il Pentagono non verrà rinnovato.
Questo costerà parecchio dal punto di vista economico ma il gigante digitale di Mountain View ne guadagna sicuramente in termini di immagine.
Posta un commento