giovedì 10 gennaio 2013

POTERE D'ACQUISTO


L'Istat rileva che nei primi 9 mesi del 2012 il potere d'acquisto degli italiani è sceso del 4,1% con un conseguente crollo dei consumi mai così bassi dal dopoguerra. La caduta, iniziata con la disastrosa gestione del passaggio all'Euro, non è certo stata rallentata dai provvedimenti anti crisi del Governo Monti.
Posta un commento