martedì 21 marzo 2017

LA LOCANDINA


Remake di un vecchio film oggi ridiventato attuale.
Anch'io sono del parere che Fini non potesse non sapere degli intrallazzi del cognato e della vicinanza dello stesso agli affari del gioco d'azzardo.
Quello che più mi impensierisce è che sono sempre più palesi le commistioni tra il malaffare
(c'è forse il bisogno di etichettarlo con mafia, ndrangheta o camorra ?) e la classe politica.


Posta un commento