giovedì 22 marzo 2012

PROSPERO NELLA TEMPESTA


Il Governo Monti sta per entrare nella tempesta. 
A scatenarla sicuramente non saranno solo i malumori per la pasticciata riforma dell'articolo 18 ma anche l'atteggiamento decisionista  che il  Presidente e i suoi tecnici (un po' troppo teorici) amano assumere (e mantenere) solo nei confronti delle parti più deboli, in contrasto con il guanto di velluto utilizzato verso i poteri forti.
A proposito è di ieri l'annuncio che, a seguito delle proteste delle Banche, verrà rivista l'abolizione delle commissioni sui fidi.
 
Posta un commento